Sermone di San Leonardo di Porto Maurizio sul piccolo numero degli eletti

IL SERMONE DI SAN LEONARDO DI PORTO MAURIZIO SUL PICCOLO NUMERO DEGLI ELETTI

 

Introduzione alla lettura

Traduzione dal francese di Eleonora Scaccia

 

SAN LEONARDO DI PORTO MAURIZIO, FU UNO DEI PIU GRANDI PREDICATORI DI MISSIONI POPOLARI. I SUOI 44 ANNI DI MINISTERO APOSTOLICO SI SVOLSERO PERCORRENDO INSTANCABILMENTE L' ITALIA.

A ROMA STESSA ,PRESSO PIAZZA NAVONA,SAN LEONARDO FECE UNA PREDICA A CUI ASSISTETTE BENEDETTO XIV.

LA SUA PREDICAZIONE ERA ESTREMAMENTE EFFICACE

 

“I MIEI SERMONI SONO BASATI NON SU BELLE PAROLE MA SU BELLE VERITA'...

IO MI SERVIRO' DI PAROLE SEMPLICI,FAMILIARI,PER ESSERE COMPRESO DAI PIU' ZOTICI E DAI PIU' BIFOLCHI SENZA TUTTAVIA TRALASCIARE I PIU' INTELLIGENTI”

 

IL SUO INSTANCABILE COMPAGNO,IL FRATE GIACOMO DI FIRENZE,GLI CONSIGLIO', UN GIORNO, DI CAMBIARE I SUOI TEMI NEL SERMONE,POICHE',DICEVA LUI,FACENDO SEMPRE GLI STESSI SERMONI,NON SI OTTENEVANO FRUTTI CHE SI SAREBBERO OTTENUTI VARIANDO.

IL SANTO RISPOSE CON QUESTO ARGOMENTO POTENTE:” FALLO!, TU SARAI UN PICCOLO DOTTORE PRESUNTUOSO CHE CERCA LA GLORIA DEL MONDO E NON QUELLA DI DIO”

COSI RAGIONANO I SANTI.

 

“CON DUE O TRE COMPAGNI,A PIEDI,SENZA SCARPE,BASTONE ALLA MANO,SAN LEONARDO,CI DICE PADRE GEMELLI,PERCORSE TUTTA L' ITALIA CENTRALE,QUASI TUTTA L 'ITALIA DEL NORD E QUELLA CENTRALE FINO A NAPOLI.

OVUNQUE LUI SI FREMAVA,PROVOCAVA LO STESSO AFFLUSSO STRAORDINARIO DI PERSONE.

DAI PRIMI SERMONI ,LA CHIESA SI DIMOSTRAVA TROPPO PICCOLA PER LA FOLLA CHE ACCORREVA;NON GLI RESTAVA CHE PARLARE SULLA PUBBLICA PIAZZA CHE SI RIEMPIVA ALLORA QUASI FINO AI TETTI.

UNA VOLTA TERMINATO IL SERMONE,I CONFESSIONALI ERANO ASSEDIATI; E IL MISSIONARIO,SENZA FATICA IN APPARENZA,CONFESSAVA ORA DOPO ORA,DI GIORNO E DI NOTTE,CON IL CORAGGIO DI UN SOLDATO CHE RIFIUTA DI ABBANDONARE IL CAMPO DI BATTAGLIA FINO A CHE ABBIA OTTENUTO UNA COMPLETA VITTORIA,; SENZA DIMENTICARE CHE DOPO LA BATTAGLIA,RESTA ANCORA DA INSEGUIRE IL NEMICO.

“CONTRO L' INFERNO,DICEVA,ABBIATE LA SPADA ALLA MANO..SIATE PRONTI A COMBATTERE L'INFERNO FINO AL VOSTRO ULTIMO RESPIRO

 

BENEDETTO XIV LO CHIAMAVA”IL GRANDE CACCIATORE DEL PARADISO”

 

FIGURA APOSTOLICA CELEBRE E MOLTO POPOLARE,SAN LEONARDO E' IL PATRONO DELLE MISSIONI POPOLARI. QUALE E' LA RAGIONE DI QUESTO PATRONATO?

E' CHE EGLI COMPIVA COMPLETAMENTE CIO' CHE COMANDA IL CODICE DI DIRITTO CANONICO,NEL CANONE 1347:

 

1- LA PREDICAZIONE SACRA DOVRA' ESPORRE PRIMA DI TUTTO CIO' CHE I FEDELI DEVONO CREDERE E PRATICARE PER SALVARSI

 

2-I PREDICATORI DELLA PAROLA DIVINA DEVONO ASTENERSI DA TRATTARE AFFARI PROFANI,SOGGETTI ASTRATTI CHE OLTREPASSANO LA CAPACITA' ORDINARIA DEGLI ASCOLTATORI, ESSI DEVONO ESERCITARE IL LORO MINISTERO EVANGELICO NON ATTRAVERSO DEI RAGIONAMENTI PERSUASIVI DI UNA ELEOQUENZA UMANA,NE' ATTRAVERSO UN APPARATO PROFANO O CON LA SEDUZIONE DI UNA VANA E AMBIZIOSA ELOQUENZA, MA MOSTRANDOSI NELLA LORO PREDICAZIONE PIENI DELLO SPIRITO E DELLA VIRTU' DI DIO,NON PREDICANDO SE STESSI, MA CRISTO CROCIFISSO.

 

UNO DEI PIU' CELEBRI SERMONI DI SAN LEONARDO DI PORT-MAURICE ERA QUELLA DEL PICCOLO NUMERO DEGLI ELETTI; E' A LUI CHE SI DEVE LA CONVERSIONE DI GRANDI PECCATORI. IN QUESTO SERMONE-CHE FU SOTTOPOSTO AD ESAME CANONICO,COME I SUOI ALTRI SCRITTI,IN CORSO DI PROCESSO DI CANONIZZAZIONE-LUI PASSA IN RASSEGNA I DIFFERENTI STATI DI VITA DEI CRISTIANI E ARGOMENTA SUL PICCOLO NUMERO DI QUELLI CHE SI SALVANO,FACENDO IL CONFRONTO SULLA TOTALITA' DEGLI UOMINI.

 

IL LETTORE MEDITERA' EGLI STESSO SU QUESTO TESTO STRAORDINARIO E ,FACENDO FORSE ASTRAZIONE DI QUALCHE ESPRESSIONE CHE PUO' SEMBRARE PITTORESCA PER LA NOSTRA MENTALITA' MODERNA,CAPIRA' LA SOLIDITA DELL' ARGOMENTAZIONE CHE HA MERITATO L' APPROVAZIONE DELLA CHIESA.

 

 

ECCO QUI IL SERMONE VIBRANTE ED EMOZIONANTE DEL GRANDE MISSIONARIO
 

SERMONE PER IL MARTEDI DOPO LA QUARTA DOMENICA DI QUARESIMA” SUL NUMERO DEGLI ELETTI”,ESTRATTO DAL LIBRO “SERMONI DEL BEATO LEONARDO DI PORTO MAURIZIO,PP.134 A 161



1.CIO' CHE RIEMPIE DI TERRORE I PIU' GRANDI SANTI

GRAZIE A DIO,IL NUMERO DEI DISCEPOLI DEL REDENTORE NON E' COSI PICCOLO CHE LA MALIGNITA' DEGLI SCRIBI E DEI FARISEI DEBBA TRIONFARE.

BENCHE' ESSI SI SFORZASSERO DI CALUNNIARE L' INNOCENTE E DI INGANNARE LA FOLLA CON I LORO SOFISMI PERFIDI ,SCREDITANDO LA DOTTRINA E IL CARATTERE DI NOSTRO SIGNORE,TROVANDO MACCHIE ANCHE DENTRO IL SOLE,MOLTI RICONOBBERO IN GESU IL VERO MESSIA E, NON TEMENDO NE' I CASTIGHI NE' LE MINACCE,ABBRACCIARONO APERTAMENTE LA SUA PARTE.

MALGRADO LE IMPOSTURE DEI SUOI NEMICI:” DE TURBA AUTEM MULTI CREDIDERUNT IN EUM”. TUTTI QUELLI CHE SEGUIRONO CRISTO L' HANNO SEGUITO FINO ALLA GLORIA? OH! E' QUI CHE ,CONTEMPLANDO QUESTO PROFONDO MISTERO,IO ADORO IN SILENZIO GLI ABISSI DEI DECRETI DIVINI,PIUTTOSTO CHE DECIDERE CON TEMERITA' UN COSI GRANDE PUNTO! E' UN GRAVE ARGOMENTO QUELLO CHE IO DEVO TRATTARE OGGI;HA FATTO TREMARE LE COLONNE STESSE DELLA CHIESA,HA RIEMPITO DI TERRORE I PIU' GRANDI SANTI E HA POPOLATO IL DESERTO DI ANACORETI.

QUESTA ISTRUZIONE,NELLA QUALE SI TRATTA DI DECIDERE SE IL NUMERO DEI CRISTIANI CHE SI SALVANO E' PIU' GRANDE O MENO GRANDE CHE IL NUMERO DEI CRISTIANI CHE SI DANNA,VI ISPIRERA' ,SPERO, UN TIMORE SALUTARE DEI GIUDIZI DI DIO.

 

2.CHI SI DANNA,SI DANNA PER PROPRIA MALIZIA

FRATELLI MIEI,IO VORREI,A CAUSA DELL' AMORE CHE VI PORTO,POTERVI RASSICURARE ATTRAVERSO IL PROSPETTO DI UNA BEATITUDINE ETERNA,DICENDO A CIASCUNO DI VOI: IL PARADISO VI E' ASSICURATO; LA MAGGIOR PARTE DEI CRISTIANI SI SALVA,ANCHE VOI QUINDI VI SALVERETE. MA COME POSSO DARVI QUESTA DOLCE SICUREZZA,SE,NEMICI DI VOI STESSI,VI RIVOLTATE CONTRO I DECRETI DI DIO? IO INTRAVEDO IN DIO UN SINCERO DESIDERIO DI SALVARE,MA IO VEDO IN VOI UNA INCLINAZIONE DECISA A PERDERVI. COSA FARO' DUNQUE OGGI SE PARLO CHIARAMENTE? IO VI DARO' UN DISPIACERE.SE IO NON PARLO ,IO DO UN DISPIACERE A DIO.

 

IO DIVIDERO' QUINDI QUESTO SOGGETTO IN DUE PUNTI:NEL PRIMO, PER SPAVENTARVI ,IO LASCERO' DECIDERE LA QUESTIONE AI TEOLOGI E AI PADRI DELLA CHIESA E LASCERO' LORO DIRE CHE LA PARTE PIU 'GRANDE DEI CRISTIANI ADULTI SI DANNA;E,CONTEMPLANDO IN SILENZIO QUESTO TERRIBILE MISTERO,IO TERRO' NASCOSTO IL MIO SENTIMENTO.

 

NEL SECONDO PUNTO, IO PROVERO' A VENDICARE CONTRO GLI EMPI LA BONTA' DI DIO,PROVANDOVI CHE QUELLI CHE SI DANNANO SI DANNANO PER LORO PROPRIA MALIZIA,PERCHE' HANNO VOLUTO DANNARSI

 

ECCO DUNQUE DUE VERITA' MOLTO IMPORTANTI.

SE LA PRIMA VI IMPAURISCE,NON VE LA PRENDETE CON ME,COME SE IO VOLESSI ARRESTARVI SUL VOSTRO CAMMINO VERSO IL CIELO.

PERCHE' IO VOGLIO ESSERE NEUTRALE IN QUESTA QUESTIONE: PRENDETEVELA PIUTTOSTO CON I TEOLOGI E I PADRI DELLA CHIESA,CHE A FORZA DI RAGIONI,VI IMPRIMERANNO QUESTA VERITA' NEL CUORE. SE VOI SIETE DISINGANNATI DALLA SECONDA ,RENDETE GRAZIE A DIO,CHE NON VUOLE CHE UNA COSA,CHE DONIATE A LUI INTERAMENTE I VOSTRI CUORI. INFINE SE VOI MI FORZATE A DIRE CHIARAMENTE QUELLO CHE IO PENSO,IO LO FARO' PER LA VOSTRA CONSOLAZIONE.

 

 

NON E' UNA CURIOSITA',MA UNA PRECAUZIONE

NON E' UNA VANA CURIOSITA' ,MA UNA PRECAUZIONE SALUTARE,FAR RISUONARE DALL' ALTO DEL PULPITO CERTE VERITA'CHE SERVONO MERAVIGLIOSAMENTE A REPRIMERE L' INSOLENZA DEI LIBERTINI,LORO CHE ,PARLANDO SEMPRE DELLA MISERICORDIA DI DIO E DELLA FACILITA 'DI CONVERTIRSI,VIVONO IMMERSI IN OGNI SORTA DI PECCATO E DORMONO NELLA SICUREZZA IN UN CAMMINO DI PERDIZIONE .

 

PER DISINGANNARLI E SVEGLIARLI DAL LORO TORPORE,ESAMINIAMO OGGI QUESTA GRANDE QUESTIONE:IL NUMERO DEI CRISTIANI CHE SI SALVANO E' PIU' GRANDE DI QUELLO DEI CRISTIANI CHE SI PERDONO?

 

ANIME PIETOSE,RITIRATEVI,QUESTO SERMONE NON E' PER VOI:HA UNICAMENTE PER SCOPO DI REPRIMERE L' ORGOGLIO DI QUESTI LIBERTINI CHE ,SCACCIANDO DAL LORO CUORE IL SANTO TIMORE DI DIO,SI LEGANO AL DEMONIO,IL QUALE COME PENSA EUSEBO,PERDE LE ANIME RASSICURANDOLE:”IMMITTIT SECURITATEM UT IMMITTAT PERDITIONEM”.

 

PER RISOLVERE QUESTO DUBBIO,METTETE DA UN LATO TUTTI I PADRI DELLA CHIESA,TANTO GRECI CHE LATINI,DALL' ALTRA I TEOLOGI PIU' SAPIENTI,GLI STORICI PIU ERUDITI E PIAZZATE AL CENTRO LA BIBBIA ESPOSTA ALLO SGUARDO DI TUTTI.

 

ASCOLTATE DUNQUE,NON QUELLO CHE IO VADO A DIRE,PERCHE' IO VI HO DICHIARATO CHE NON VOGLIO PRENDEMI LA PAROLA NE' DECIDERE LA QUESTIONE,MA QUELLO CHE VI DIRANNO QUESTI GRANDI SPIRITI, CHE SERVONO COME DEI FARI NELLA CHEISA DI DIO,PER RISCHIARARE GLI ALTRI AFFINCHE' NON PERDANO IL CAMMINO DEL CIELO.

IN QUESTO MODO,GUIDATI DALLA TRIPLICE LUCE DELLA FEDE,DELL' AUTORITA' E DELLA RAGIONE,NOI POSSIAMO RISOLVERE SICURAMENTE QUESTA GRAVE QUESTIONE.

 

RICORDATE BENE CHE QUI NON SI TRATTA DEL GENERE UMANO TUTTO INTERO,NE' DI TUTTI I CATTOLICI SENZA DISTINZIONE,MA SOLAMENTE DEI CATTOLICI ADULTI,CHE,AVENDO IL LIBERO ARBITRIO,POSSONO COOPERARE ALLA GRANDE OPERA DELLA LORO SALVEZZA.

 

CONSULTIAMO IN PRINCIPIO I TEOLOGI DI CUI SI RICONOSCE CHE ESSI ESAMINANO LE COSE DA VICINO E NON ESAGERANO NEI LORO INSEGNAMENTI;ACOLTIAMO DUE CARDINALI SAPIENTI:GAETANO E BELLARMINO:

ESSI INSEGNANO CHE LA MAGGIOR PARTE DEI CRISTIANI ADULTI SI DANNANO E SE IO AVESSI IL TEMPO DI ESPORVI LE RAGIONI SULLE QUALI LORO SI APPOGGIANO,VOI NE SARESTE CONVINTI.

IO MI CONTENTERO' DI CITARE QUI SUAREZ,IL QUALE DOPO AVER CONSULTATO TUTTI I TEOLOGI,DOPO AVER STUDIATO ATTENTAMENTE LA QUESTIONE,HA SCRITTO QUESTE PAROLE: “ IL SENTIMENTO PIU' COMUNE RILEVA CHE TRA I CRISTIANI CI SONO PIU' REPROBI CHE PREDESTINATI”

 

SE ALL' AUTORITA' DEI TEOLOGI VOI VOLETE AGGIUNGERE QUELLA DEI PADRI GRECI E LATINI,VOI TROVERETE CHE QUASI TUTTI DICONO LA STESSA COSA. E' IL PENSIERO DI SAN TEODORO,DI SAN BASILIO,SI SANT' EFREM, DI SAN GIOVANNI CRISOSTOMO.

MOLTO DI PIU',SECONDO IL RAPPORTO DI BARONIO,E' OPINIONE COMUNE TRA I PADRI GRECI CHE QUESTA VERITA' ERA STATA ESPRESSAMENTE RIVELATA A SAN SIMEONE STILITA E CHE ERA PER ASSICURARE LA SUA SALVEZZA CHE EGLI AVEVA DECISO,A SEGUITO DI QUESTA RIVELAZIONE,A VIVERE FUORI PER 40 ANNI SU UNA COLONNA,ESPOSTA A TUTTE LE INTEMPERIE,MODELLO PER TUTTI DI PENITENZA E SANTITA'.

CONSULTATE ORA I PADRI LATINI E VOI SENTIRETE SAN GREGORIO DIRVI IN TERMINI CHIARI” MOLTI GIUNGONO ALLA FEDE,MA POCHI AL REGNO CELESTE”. “ CE NE SONO POCHI C HE SI SALVANO” DICE SANT' ALSELMO E SANT' AGOSTINO DICE PIU' CHIARAMENTE ANCORA:”CE NE SONO DUNQUE POCHI CHE SI SALVANO A PARAGONE DI QUELLI CHE SI PERDONO” IL PIU' TERRIBILE IN OGNI MODO E' SAN GIROLAMO CHE SULLA FINE DELLA VITA,IN PRESENZA DEI SUOI DISCEPOLI,PRONUNCIO' QUESTA SPAVENTOSA SENTENZA:”SU 100000,DI CUI LA VITA E' STATA SEMPRE CATTIVA,VOI NE TROVERETE UNO A FATICA CHE MERITA L' INDULGENZA”

 

III.TESTIMONIANZE DELLA SCRITTURA

MA PERCHE' CERCARE LE OPINIONI DEI PADRI E DEI TEOLOGI QUANDO LA SACRA SCRITTURA DEFINISCE COSI' CHIARAMENTE LA QUESTIONE?

 

SCORRETE L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO E VI TROVERETE UNA MOLTITUDINE DI FIGURE,DI SIMBOLI E DI PAROLE CHE FANNO RISALTARE CHIARAMENTE QUESTA VERITA': SONO MOLTO POCHI QUELLI CHE SI SALVANO.

AI TEMPI DI NOE',TUTTO IL GENERE UMANO FU SOMMERSO DAL DILUVIO,E 8 PERSONE SOLAMENTE FURONO SALVATE NELL' ARCA.

 

“ORA,QUESTA ARCA,DICE SAN PIETRO,RAPPRESENTA LA FIGURA DELLA CHIESA”,

“E QUESTE OTTO PERSONE CHE SI SALVANO,RIPRENDE SANT' AGOSTINO, SIGNIFICANO CHE CI SONO POCHI CRISTIANI CHE SI SALVANO,PERCHE' CE NE SONO MOLTO POCHI CHE RINUNCIANO SINCERAMENTE AL MONDO SECOLARE, E CHE QUELLI CHE NON CI RINUNCIANO CHE A PAROLE NON APPARTENGONO AL MISTERO RAPPRESENTATO ATTRAVERSO QUESTA ARCA”.

 

LA BIBBIA CI DICE ANCORA CHE DUE EBREI SOLAMENTE SU DUE MILIONI ENTRARONO NELLA TERRA PROMESSA DOPO L' USCITA DALL' EGITTO; CHE QUATTRO PERSONE SOLAMENTE SCAPPARONO ALL' INCENDIO DI SODOMA E DELLE ALTRE CITTA' INFAMI CHE PERIRONO CON ESSA. TUTTE QUESTE COSE SIGNIFICANO CHE IL NUMERO DEI REPROBI CHE DEVONO ESSERE GETTATI NEL FUOCO COME LA PAGLIA, SUPERA DI MOLTO QUELLO DEGLI ELETTI CHE IL PADRE CELESTE DEVE RACCOGLIERE UN GIORNO COME FRUMENTO PREZIOSO NEI SUOI GRANAI.

 

IO NON COMPLETEREI IL PUNTO,SE DOVESSI ESPORRE QUI TUTTE LE FIGURE ATTRAVERSO LE QUALI I LIBRI SANTI CONFERMANO QUESTA VERITA':

ACCONTENTIAMOCI DI ASCOLTARE L' ORACOLO VIVENTE DELLA SAGGEZZA INCARNATA.

CHE RISPONDE NOSTRO SIGNORE A QUEL CURIOSO DEL VANGELO CHE GLI DOMANDAVA:” SIGNORE,SARANNO POCHI A SALVARSI?”

LO GUARDA IN SILENZIO?RISPONDE ESITANDO?DISSIMULA IL SUO PENSIERO,PER LA PAURA DI SPAVENTARE LA FOLLA? NO: INTERROGATO DA UNO SOLO,EGLI SI RIVOLGE A TUTTI QUELLI CHE ERANO PRESENTI.

VOI MI DOMANDATE,DISSE LORO,SE SONO POCHI QUELLI CHE SI SALVANO. ECCO LA MIA RISPOSTA:” SFORZATEVI DI ENTRARE ATTRAVERSO LA PORTA STRETTA,PERCHE' MOLTI,IO VI DICO,CERCHERANNO DI ENTRARE E NON LO POTRANNO”

CHI PARLA QUI! E' IL FIGLIO DI DIO,LA VERITA' ETERNA,CHE DICE PIU' CHIARAMENTE ANCORA IN UN ALTRA OCCASIONE:” MOLTI SONO CHIAMATI MA POCHI SOLO ELETTI”

 

EGLI NON DICE:TUTTI SONO CHIAMATI,E TRA TUTTI GLI UOMINI POCHI SONO GLI ELETTI. MA EGLI DICE: MOLTI SONO CHIAMATI,COME A DIRE,COME DICE SAN GREGORIO,CHE TRA TUTTI GLI UOMINI,MOLTI SONO CHIAMATI ALLA VERA FEDE,

MA TRA QUESTI CE NE SONO POCHI CHE SI SALVANO.

QUESTE PAROLE,MIEI FRATELLI,SONO DI NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO;SONO CHIARE?

 

ESSE SONO VERE. DITEMI ORA SE E' POSSIBILE AVERE LA FEDE NEL CUORE E NON TREMARE.

 

 

IV.ESAME DEI DIVERSI STATI

AH! IO MI ACCORGO CHE PARLANDO COSI' DI TUTTO IN GENERALE,IO MANCO IL MIO SCOPO:APPLICHIAMO DUNQUE QUESTA VERITA' AI DIVERSI STATI,E VOI COMPRENDERETE CHE O BISOGNA RINUNCIARE ALLA RAGIONE,ALL' ESPERIENZA E AL SENSO COMUNE DEI FEDELI OPPURE BISOGNA AMMETTERE CHE LA MAGGIOR PARTE DEI CATTOLICI SI PERDE.

 

C'E' AL MONDO UNO STATO PIU' FAVOREVOLE ALL' INNOCENZA,DOVE LA SALVEZZA SEMBRA PIU' FACILE E DI CUI SI HA UNA PIU' ALTA CONSIDERAZIONE CHE E' QUELLO DEI PRETI, CHE SONO I LUOGOTENENTI DI DIO?

CHI NON CREDEREBBE,AL PRIMO MOMENTO,CHE LA MAGGIOR PARTE DI LORO NON SONO SOLAMENTE BUONI MA QUASI PERFETTI;

 

E TUTTAVIA IO SONO PRESO DA ORRORE,QUANDO SENTO SAN GEREMIA DIRE CHE,ANCHE SE IL MONDO FOSSE PIENO DI PRETI,CE N'E' APPENA UNO SU CENTO CHE VIVE IN UNA MANIERA CONFORME AL PROPRIO STATO.

QUANDO SENTO UN SERVITORE DI DIO ATTESTARE CHE EGLI HA APPRESO ATTRAVERSO UNA RIVELAZIONE CHE IL NUMERO DEI PRETI CHE CADONO QUOTIDIANAMENTE ALL' INFERNO E' COSI' GRANDE CHE NON GLI SEMBRA POSSIBILE CHE NE RESTINO ANCORA SULLA TERRA:

 

QUANDO SENTO SAN CRISOSTOMO ESCLAMARE CON LE LACRIME AGLI OCCHI:

IO NON CREDO CHE CI SIANO MOLTI PRETI CHE SI SALVANO MA IO CREDO IL CONTRARIO,CHE IL NUMERO DI QUELLI CHE SI PERDONO E' MOLTO PIU' GRANDE”

 

GUARDATE PIU' ALTO ANCORA; GUARDATE I PRELATI DELLA SANTA CHIESA, I PARROCI CHE HANNO LA CURA DELLE ANIME: IL NUMERO DI QUELLI CHE SI SALVANO TRA ESSI E' PIU' GRANDE DI QUELLI CHE SI PERDONO? ASCOLTIAMO CANTIMPRE;EGLI VI RACCONTERA' UN FATTO,DA QUESTO TRARRETE VOI LE CONSEGUENZE.

 

SI TENEVA A PARIGI UN SINODO: UN GRANDE NUMERO DI PRELATI E PARROCI PER LA CURA DELLE ANIME CI SI RITROVARONO; IL RE E I PRINCIPI CI ANDARONO PER AGGIUNGERE CON LA LORO PRESENZA SPLENDORE A QUESTA ASSEMBLEA.

UN CELEBRE PREDICATORE FU INVITATO A PREDICARE; E MENTRE EGLI PREPARAVA IL SUO SERMONE,UN ORRIBILE DEMONE GLI APPARVE E GLI DISSE: “LASCIA DA PARTE TUTTI I TUOI LIBRI,SE TU VUOI FARE UN SERMONE UTILE A QUESTI PRINCIPI E A QUESTI PRELATI,CONTENTATI DI DIRE LORO DA PARTE NOSTRA”NOI,PRINCIPI DELLE TENEBRE, NOI VI RINGRAZIAMO,PRINCIPI,PRELATI E PASTORI DI ANIME,PERCHE' PER VOSTRA NEGLIGENZA,LA MAGGIOR PARTE DEI FEDELI SI PERDE; COSI' NOI CI RISERVIAMO DI RICOMPENSARVI DI QUESTO FAVORE,QUANDO SARETE CON NOI ALL' INFERNO”

 

GUAI A VOI CHE COMANDATE SUGLI ALTRI:SE CE NE SONO TANTI CHE SI DANNANO PER VOSTRA COLPA,CHE NE SARA' DI VOI?

SE TRA QUESTI CHE SONO I PRIMI DENTRO LA CHIESA DI DIO CE NE SONO POCHI CHE SI SALVANO ,CHE DIVENTERETE VOI'

PRENDETE TUTTI GLI STATI,TUTTI I SESSI,TUTTE LE CONDIZIONI,MARITI,MOGLI,VECCHI ,GIOVANI DONNE,GIOVANI UOMINI,SOLDATI,MERCANTI,ARTIGIANI,RICCHI,POVERI,NOBILI,PLEBEI;CHE DIREMO DI TUTTE QUESTE PERSONE CHE VIVONO COSI' MALE RISPETTO AGLI ALTRI?

SAN VINCENZO FERRERI VI MOSTRERA' ATTRAVERSO UN FATTO QUELLO CHE VOI DOVETE PENSARE.

 

EGLI RIPORTA CHE UN ARCIDIACONO DI LIONE,AVENDO RINUNCIATO ALLA SUA DIGNITA' ED ESSENDOSI RITIRATO IN UN DESERTO PER FARE PENITENZA,MORI' LO STESSO GIORNO ALLA STESSA ORA DI SAN BERNARDO.

APPARENDO AL SUO VESCOVO DOPO LA SUA MORTE,GLI DISSE:” SAPPIATE MONSIGNORE,CHE ALLA STESSA ORA CHE IO SONO MORTO 33000 PERSONE SONO MORTE. SU QUESTO NUMERO,BERNARDO E IO SIAMO SALITI AL CIELO SENZA PENA,3 SONO ENTRATI IN PURGATORIO E TUTTI GLI ALTRI SONO CADUTI ALL' INFERNO”

 

LE NOSTRE CRONACHE RACCONTANO UN FATTO PIU' SPAVENTOSO ANCORA.

UNO DEI NOSTRI RELIGIOSI,CELEBRE PER LA SUA DOTTRINA E LA SUA SANTITA', PREGANDO IN GERMANIA,DESCRISSE LA BRUTTEZZA DEL PECCATO IMPURO CON TANTA FORZA CHE UNA DONNA MORI' DI DOLORE ALLA VISTA DEL MONDO. POI TORNATA IN VITA,ELLA DISSE: “QUANDO SONO STATA PRESENTATA AL TRIBUNALE DI DIO,60000 PERSONE CI ARRIVARONO NELLO STESSO MOMENTO DA TUTTE LE PARTI DELLA TERRA; DI QUESTO NUMERO,3 SONO STATI SALVATI PASSANDO PER IL PURGATORIO,E TUTTO IL RESTO ERA DANNATO.”

 

O ABISSO DEL GIUDIZIO DI DIO! DI 33000 SOLO 5 SI SALVANO! DI 60000 CE NE SONO SOLO 3 CHE VANNO AL CIELO!

PECCATORI CHE MI ASCOLTATE,DI CHE NUOMERO SARETE VOI? CHE DITE? CHE PENSATE?

 

    1. DUE CAMMINI

IO VEDO CHE QUASI TUTTI VOI ABBASSATE LA TESTA, PRESI DA SPAVENTO E DA ORRORE. MA LASCIATE IL VOSTRO STUPORE,E AL POSTO DI ILLUDERCI,CERCHIAMO DI TRARRE DAL NOSTRO TIMORE QUALCHE VANTAGGIO.

 

NON E' VERO FORSE CHE CI SONO DUE VIE CHE PORTANO AL CIELO,L' INNOCENZA E IL PENTIMENTO.?

 

ORA SE IO VI DIMOSTRO CHE CE NE SONO POCHI CHE PRENDONO UNA DI QUESTE VIE,VOI CONCLUDERETE DA UOMINI RAGIONEVOLI CHE CE NE SONO POCHI CHE SI SALVANO. E PER VENIRE ALLE PROVE,QUALE ETA',QUALE LAVORO,QUALE CONDIZIONE TROVERETE IN CUI IL NUMERO DEI CATTIVI NON SIA CENTO VOLTE PIU' GRANDE DI QUELLO DEI BUONI, E DA QUESTO SI POSSA DIRE:” I BUONI SONO RARI E I CATTIVI MOLTO NUMEROSI”?

 

SI PUO' DIRE DEI NOSTRI TEMPI CIO' CHE SAN SALVIANO DICEVA DEL SUO:

E' PIU' FACILE TROVARE UNA MOLTITUDINE INNUMEREVOLE DI PECCATORI AVVOLTI IN OGNI SORTA DI PECCATO CHE QUALCHE INNOCENTE.

QUANTI CE NE SONO ,TRA I SERVITORI,CHE SIANO INTERAMENTE PROBI E FEDELI AL LORO COMPITO?

 

QUANTI,TRA I MERCANTI,CHE SIANO GIUSTI ED EQUI NEL LORO COMMERCIO? QUANTI, TRA GLI ARTIGIANI,CHE SIANO ESATTI E VERITIERI?QUANTI ,TRA I NEGOZIANTI CHE SIANO DISINTERESSATI E SINCERI?QUANTI ,TRA GLI UOMINI DI LEGGE,CHE NON TRADISCANO L' EQUITA'? QUANTI TRA I SOLDATI CHE NON CALPESTINO SOTTO I PIEDI L' INNOCENZA? QUANTI TRA I PADRONI CHE NON TRATTENGANO INGIUSTAMENTE IL SALARIO DI QUELLI CHE LI SERVONO O CHE NON CERCHINO DI DOMINARE I LORO SOTTOPOSTI?DAPPERTUTTO I BUONI SONO RARI E I CATTIVI NUMEROSI.

 

CHI NON SA CHE OGGI C' E' TANTO LIBERTINAGGIO TRA I GIOVANI,TANTA MALIZIA TRA GLI UOMINI MATURI,TANTA LIBERTA' TRA LE GIOVINETTE,TANTA IMPUDENZA PRESSO I POVERI,CHE SI PUO' DIRE CIO' CHE DAVIDE DICEVA DEI SUOI TEMPI:

 

“TUTTI INSIEME SI SONO SMARRITI... NON C' E' CHI FACCIA IL BENE,NEMMENO UNO”

NOI SIAMO ARRIVATI, AHIME', A QUEL DILUVIO UNIVERSALE DI VIZI PREDETTO DA OSEA: MALEDICTUM ET MENDACIUM ET FURTUM ET ADULTERIUM INUNDAVERUNT.

 

PERCORRETE LE STRADE E LE PIAZZE,I PALAZZI E LE CASE,LE CITTA' E LE CAMPAGNE, I TRIBUNALI E LE CORTI,ANCHE I TEMPLI DI DIO:

DOVE TROVERETE LA VIRTU'?

 

“ AHIME' DICE SAN SALVIANO,A ECCEZIONE DI UN PICCOLO NUMERO CHE FUGGE IL MALE,CHE COSA E' L' ASSEMBLEA DEI CRISTIANI,SE NON UNA SENTINA DI VIZI?

 

NON SI TROVA DAPPERTUTTO CHE INTERESSE,AMBIZIONE,INGORDIGIA E LUSSO.

LA MAGGIOR PARTE DEGLI UOMINI NON E' FORSE SPORCATA DAL VIZIO IMPURO, E SAN GIOVANNI NON HA RAGIONE A DIRE CHE IL MONDO,SE SI PUO' CHIAMARE COSI' E' QUALCOSA DI COSI' IMMONDO,E' INTERAMENTE POSATO SUL MALE?

NON SONO IO CHE VE LO DICO. E' LA RAGIONE CHE VI SPINGE A CREDERE CHE TRA TANTE PERSONE CHE VIVONO COSI MALE,SONO VERAMENTE POCHI COLORO CHE SI SALVANO.


 

VI.LA CONFESSIONE

MA LA CONFESSIONE,DITE VOI,NON PUO' RIPARARE CON VANTAGGIO LA PERDITA DELL' INNOCENZA?

E' VERO,LO PENSO ANCHE IO: MA IO SO ANCHE CHE LA CONFESSIONE E' COSI' DIFFICILE NELLA PRATICA ,CHE SE NE E' TALMENTE PERSO L' USO, O CHE SE NE ABUSA TALMENTE TRA I PECCATORI CHE QUESTA SOLA COSA BASTEREBBE PER CONVINCERVI CHE CE NE SONO POCHI CHE SI SALVANO PER QUESTA VIA.

 

OH! QUALE CAMMINO ERTO, STRETTO,PIENO DI SPINE,ORRIBILE A VEDERSI,DURO DA PERCORRERE! SI VEDONO OVUNQUE ORME DI SANGUE E DELLE COSE CHE RIPORTANO A DEI TRISTI RICORDI. QUANTI SBAGLI DA VEDERE! QUANTI SI RITIRANO PRIMA DI INIZIARE!

QUANTI CADONO PER LA FATICA NEL MEZZO! QUANTI SI ABBANDONANO MISERAMENTE ALLA FINE! CE NE SONO POCHI CHE PERSEVERANO FINO ALLA MORTE!

 

SANT'AMBROGIO DICE CHE E' PIU' FACILE TROVARE DEGLI UOMINI CHE ABBIANO SALVAGUARDATO L' INNOCENZA CHE TROVARNE CHE ABBIANO FATTO UNA CONFESSIONE CONVENIENTE:” FACILIUS INVENI INNOCENTIAM SERVAVERINT,QUAM QUI CONGRUAM PAENITENTIAM EGERINT”

 

SE VOI CONSIDERATE LA CONFESSIONE COME UN SACRAMENTO,QUANTE CONFESSIONI TRONCATE,QUANTE APOLOGIE STUDIATE, QUANTI PENTIMENTI INGANNEVOLI,QUANTE PROMESSE MENZONIERE,QUANTI PROPOSITI INEFFICACI,QUANTE ASSOLUZIONI NULLE!

 

CONSIDERATE COME VALIDA LA CONFESSIONE DI QUELLO CHE SI ACCUSA DI PECCATI DISONESTI DA CUI EGLI SI GUARDERA' IN FUTURO ,O DI QUELLO CHE SI ACCUSA DI INGIUSTIZIE MANIFESTE SENZA AVERE L' INTENZIONE DI RIPARARLE PER QUELLO CHE EGLI PUO'?

O DI QUELLO CHE,APPENA CONFESSATO,CADE NELLE STESSE INIQUITA'? OH !

ABUSO ORRIBILE DI UN COSI GRANDE SACRAMENTO!

 

UNO SI CONFESSA PER EVITARE LA SCOMUNICA,L' ALTRO PER DARSI LA REPUTAZIONE DI PENITENTE.

QUELLO CHE SI SBARAZZA DEI SUOI PECCATI PER CALMARE I SUOI RIMORSI, QUELLO LI NASCONDE ATTRAVERSO IL DISONORE;UNO LI CONFESSA NON PERFETTAMENTE PER MALIZIA,L' ALTRO LI SVELA PER ABITUDINE.

 

QUESTO NON SI PROPONE IL VERO FINE DEL SACRAMENTO; QUELLO MANCA DEL DOLORE NECESSARIO;UN ALTRO DEL FERMO PROPOSITO.

POVERI CONFESSORI, QUANTI SFORZI BISOGNA CHE VOI FACCIATE PER CONDURRE LA MAGGIOR PARTE DEI PENITENTI A QUESTE SOLUZIONI,A QUESTI ATTI,SENZA I QUALI LA CONFESSIONE E' UN SACRILEGIO ,L' ASSOLUZIONE UNA CONDANNA E LA PENITENZA UN'ILLUSIONE!

 

DOVE SONO ORA QUELLI CHE CREDONO CHE IL NUMERO DEGLI ELETTI TRA I CRISTIANI E' PIU' GRANDE CHE QUELLO DEI REPROBI, E CHE ,PER AUTORIZZARE LA LORO OPINIONE,RAGIONANO COSI' CHE LA MAGGIOR PARTE DEI CATTOLICI ADULTI MUOIONO NEI LORO LETTI,MUNITI DEI SACRAMENTI DELLA CHIESA, PER CUI LA MAGGIOR PARTE DEI CATTOLICI ADULTI SONO SALVATI??

 

OH! CHE BEL RAGIONAMENTO! BISOGNA DIRE TUTTO IL CONTRARIO. LA MAGGIOR PARTE DEI CATTOLICI ADULTI SI CONFESSANO MALE DURANTE LA LORO VITA,PER CUI A MAGGIOR RAGIONE ESSI SI CONFESSANO MALE ANCHE PRIMA DI MORIRE, PER CUI LA MAGGIOR PARTE E' DANNATA.

 

IO DICO: A MAGGIOR RAGIONE,PERCHE' UN MORIBONDO CHE NON SI E' BEN CONFESSATO MENTRE STAVA BENE IN SALUTE,AVRA' MOLTE PIU' DIFFICOLTA' A FARLO QUANDO SARA' A LETTO,CON IL CUORE OPPRESSO, LA TESTA DOLORANTE,LA RAGIONE ASSOPITA; QUANDO SARA' COMBATTUTO IN MOLTE MANIERE ATTRAVERSO LE COSE ANCORA VIVENTI,ATTRAVERSO LE OCCASIONI ANCORA FRESCHE,ATTRAVERSO LE ABITUDINI CONTRATTE,E SOPRATTUTTO ATTRAVERSO I DEMONI CHE CERCANO IN TUTTI I MODI DI PRECIPITARLO ALL' INFERNO?

 

ORA SE A TUTTI QUESTI FALSI PENITENTI, VOI AGGIUNGETE TANTI ALTRI PECCATORI CHE MUOIONO ALL' IMPROVVISO NEL PECCATO,NON PER L' IGNORANZA DEI MEDICI,O PER COLPA DEI PARENTI,CHE MUOIONO AVVELENATI O PER UN TERREMOTO,O COLPITI DA APOPLESSIA,O IN UNA CADUTA O SU UN CAMPO DI BATTAGLIA,O IN UNA RISSA, O PRESI IN UN' INSIDIA,O COLPITI DA UNA FOLGORE,O BRUCIATI O AFFOGATI,NON BISOGNA CONCLUDERE PER FORZA CHE LA MAGGIOR PARTE DEI CRISTIANI ADULTI SONO DANNATI?

E' IL RAGIONAMENTO DI SAN CRISOSTOMO.

LA MAGGIOR PARTE DEI CRISTIANI,DICE QUESTO SANTO,NON CONDUCONO TUTTA LA VITA NEL CAMMINO VERSO L' INFERNO? PERCHE ' DUNQUE VI SPAVENTATE CHE IL MAGGIOR NUMERO VA ALL' INFERNO? PER ARRIVARE ALLA PORTA,BISOGNA PRENDERE IL CAMMINO CHE VI CI CONDUCE. CHE COSA POTETE RISPONDERE A UNA ARGOMENTAZIONE COSI' FORTE?


 

    1. COME LA SABBIA DEL MARE..COME LE STELLE DEL CIELO

LA RISPOSTA,MI DIRETE,E' CHE LA MISERICORDIA DI DIO E' GRANDE.

SI PER COLUI CHE LO TEME:” MISERICORDIA DOMINI SUPER TIMENTES EUM”

DICE IL PROFETA; MA LA SUA GIUSTIZIA E' GRANDE PER COLUI CHE NON LO TEME,ED ESSA RIMPROVERA TUTTI I PECCATORI PROTERVI:”DISCEDITE A ME,OMNES OPERARU INIQUITAS”

 

MA ALLORA MI DIRETE ,PER CHI E' IL PARADISO SE NON PER I CRISTIANI?

E' PER I CRISTIANI,SENZA DUBBIO,MA PER QUELLI CHE NON DISONORANO LA LORO NATURA E VIVONO DA CRISTIANI.

E ALLORA,SE AL NUMERO DEI CRISTIANI ADULTI CHE MUOIONO NELLA GRAZIA DI DIO VOI AGGIUNGETE QUESTO NUMERO INNUMEREVOLE DI BAMBINI CHE MUOIONO DOPO IL BATTESIMO,PRIMA DI AVERE L' ETA' DELLA RAGIONE,VOI NON VI MERAVIGLIERETE CHE L' APOSTOLO SAN GIOVANNI DISSE PARLANDO DEGLI ELETTI:”IO HO VISTO UNA GRANDE FOLLA CHE NESSUNO POTEVA CONTARE”

 

ED E' COSI' CHE SBAGLIANO QUELLI CHE PRETENDONO CHE IL NUMERO DEGLI ELETTI TRA I CATTOLICI SIA PIU' GRANDE DI QUELLO DEI REPROBI.

E' CERTO CHE,SE VOI PRENDETE TUTTI I CATTOLICI INSIEME,LA MAGGIOR PARTE SI SALVA ,PERCHE' A SEGUITO DELLE OSSERVAZIONI FATTE, LA META' DEI BAMBINI CIRCA MUOIONO DOPO IL BATTESIMO,PRIMA DELL' ETA' DELLA RAGIONE.

ORA,SE A QUESTO NUMERO VOI AGGIUNGETE GLI ADULTI CHE HANNO CONSERVATO LA VESTE DELL' INNOCENZA,O QUELLI CHE DOPO AVERLA SPORCATA,L'HANNO LAVATA NELLE LACRIME DELLA PENITENZA,E' CERTO CHE UN GRANDISSIMO NUMERO E' SALVATO: ED E' COSI' CHE SI SPIEGANO LE PAROLE DELL' APOSTOLO SAN GIOVANNI:”IO HO VISTO UNA GRANDE FOLLA” E QUESTE ALTRE DI NOSTRO SIGNORE:” MOLTI VERRANNO DA ORIENTE E OCCIDENTE E SI RIPOSERANNO CON ABRAMO ,ISACCO E GIACOBBE NEL REGNO DEI CIELI”, E LE ALTRE FIGURE CHE SI CITANO A SOSTEGNO DI TALE OPINIONE.

 

MA SE SI PARLA DEI CRISTIANI ADULTI ,L' ESPERIENZA,LA RAGIONE,L'AUTORITA',LA CONVENIENZA E LA SCRITTURA SONO CONCORDI CHE LA MAGGIOR PARTE SI DANNA.

NON CREDETE PER QUESTO CHE IL PARADISO SIA DESERTO! E' AL CONTRARIO UN REGNO MOLTO POPOLATO; E SE I REPROBI SONO COSI NUMEROSI QUANTO LA SABBIA DEL MARE,GLI ELETTI LO SONO ALTRETTANTO QUANTO LE STELLE DEL CIELO, COME A DIRE CHE GLI UNI E GLI ALTRI SONO INNUMERABILI ,ANCHE SE IN PROPORZIONI MOLTO DIVERSE.

SAN GIOVANNI CRISOSTOMO,PREDICANDO UN GIORNO NELLA CATTEDRALE DI COSTANTINOPOLI E CONSIDERANDO QUESTA PROPORZIONE,NON POTE' EVITARE DI FREMERE DI ORRORE:” QUANTI,DICE,TRA QUESTO POPOLO COSI' NUMEROSO CREDETE SARANNO TRA GLI ELETTI?”

E SENZA ATTENDERE LA RISPOSTA,EGLI AGGIUNGE” TRA TANTE MIGLIAIA DI PERSONE NON SE NE TROVERANNO CHE 100 CHE SI SALVANO,E PER QUESTI CENTO IO DUBITO ANCORA”

CHE COSA SPAVENTOSA! IL GRANDE SANTO CREDEVA CHE IN UN POPOLO COSI' NUMEROSO CE NE ERANO APPENA CENTO CHE POTEVANO SALVARSI,E ANCORA NON ERA CERTO DI QUESTO NUMERO.

COSA ACCADRA' DI VOI CHE MI ASCOLTATE? O GRANDE DIO? IO NON POSSO PENSARCI SENZA TREMARE.

E' UNA COSA MOLTO DIFFICILE,MIEI FRATELLI,LA QUESTIONE DELLA SALVEZZA. PERCHE' SECONDO LA MASSIMA DEI TEOLOGI,QUANDO UNO SCOPO ESIGE DEI GRANDI SFORZI,' SOLAMENTE POCHI LO RAGGIUNGONO.

“DEFICIT IN PLURIBUS,CONTIGIT IN PAUCIORIBUS”

 

E' PER QUESTO CHE IL DOTTORE ANGELICO SAN TOMMASO,DOPO AVER,CON LA SUA IMMENSA ERUDIZIONE,PESATO TUTTE LE RAGIONI A FAVORE E CONTRO,CONCLUDE CHE ALLA FINE LA MAGGIOR PARTE DEI CATTOLCI ADULTI SI DANNA:” LA BEATITUDINE ETERNA OLTREPASSA LO STATO DI NATURA,SOPRATUTTO DOPO CHE ESSA E' PRIVATA DELLA GRAZIA ORIGINALE, E' IL PICCOLO NUMERO CHE SI SALVA.

 

VIII.       DIO PADRE GIUSTO

TOGLIETE DUNQUE DAGLI OCCHI QUESTA FASCIA CHE VI ACCECA, L' AMOR PROPRIO, E CHE VI IMPEDISCE DI CREDERE UNA VERITA' COSI' EVIDENTE,DANDOVI LE IDEE PIU' SBAGLIATE SULLA GIUSTIZIA DI DIO.

 

“PADRE GIUSTO! IL MONDO NON VI CONOSCE” DICE NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO. EGLI NON DICE PADRE TUTTO POTENTE,PADRE MOLTO BUONO,MISERICORDIOSO,EGLI DICE”PADRE GIUSTO”,PER FARCI CAPIRE CHE DI TUTTI GLI ATTRIBUTI DI DIO,NON CE N' E' NESSUNO CHE SIA MENO CONOSCIUTO CHE LA SUA GIUSTIZIA,PERCHE' GLI UOMINI RIFIUTANO DI CREDERE CIO' CHE TEMONO DI PROVARE.

 

TOGLIETE QUINDI IL VELO CHE VI BLOCCA GLI OCCHI,E DITE CON LE LACRIME:

AHIME' LA MAGGIOR PARTE DEI CATTOLICI,LA MAGGIOR PARTE DEGLI ABITANTI DI QUESTO LUOGO,E E FORSE ANCHE DI QUESTO AUDITORIO,SARA' DANNATA.

QUALE COSA MERITA DI PIU' LE VOSTRE LACRIME? NON ABBIAMO ABBASTANZA MOTIVI DI PIANGERE PENSANDO CHE ,DI TANTI CATTOLICI,LA MAGGIOR PARTE SARA' DANNATA?

 

QUESTO PENSIERO NON DOVREBBE FAR USCIRE DAI NOSTRI OCCHI DEI FIUMI DI LACRIME O ALMENO SUSCITARE NEI NOSTRI CUORI QUESTO SENTIMENTO DI COMPASSIONE CHE PROVO' ANCHE IL VENERABILE MARCELLO DI SAN DOMENICO,RELIGIOSO AGOSTINIANO?

 

POICHE' EGLI MEDITAVA UN GIORNO SULLE PENE ETERNE,IL SIGNORE GLI MOSTRO' QUANTE ANIME ANDAVANO IN QUEL MOMENTO ALL' INFERNO E GLI FU MOSTRATO UN CAMMINO MOLTO LARGO DOVE 22000 REPROBI CORREVANO VERSO L' ABISSO,SCONTRANDOSI GLI UNI CON GLI ALTRI.

A QUESTA VISTA, IL SERVITORE DI DIO, STUPEFATTO GRIDO':” OH CHE NUMERO! CHE NUMERO! E ANCORA NE ARRIVANO ALTRI. O GESU'! O GESU'! QUALE FOLLIA!”

 

LASCIATEMI DUNQUE RIPETERE CON GEREMIA:”OH FOSSE PURE LA MIA TESTA MUTATA IN ACQUA E FOSSERO GLI OCCHI MIEI UNA FONTE DI LACRIME!IO PIANGEREI GIORNO E NOTTE GLI UCCISI DELLA FIGLIA DEL MIO POPOLO!” POVERE ANIME! COME CORRETE COSI' DIRETTI VERSO L' INFERNO?

 

FERMATEVI PERFAVORE,ASCOLTATEMI UN ISTANTE. NON COMPRENDETE COSA VUOL DIRE SALVARSI O DANNARSI PER TUTTA L' ETERNITA',O MEGLIO VOI NON COMPRENDETE. SE VOI LO SAPETE,E SE MALGRADO CIO' VOI NON VI DECIDETE OGGI A CAMBIARE VITA,A FARE UNA BUONA CONFESSIONE A GETTARE IL MONDO AI PIEDI,IN UNA PAROLA, A FARE OGNI SFORZO PER ESSERE NEL PICCOLO NUMERO DI QUELLI CHE SI SALVANO, IO DICO CHE VOI NON AVETE LA FEDE.

SE VOI NON LO CAPITE,NON SIETE SCUSABILI; PERCHE' BISOGNA DIRE CHE VOI AVETE PERDUTO IL SENNO.

SALVARSI PER TUTTA L' ETERNITA'! DANNARSI PER TUTTA L' ETERNITA'! E NON FARE TUTTI GLI SFORZI PER EVITARE L' UNO E ASSICURARSI L' ALTRO,QUESTA E' UNA COSA CHE NON SI PUO' CONCEPIRE.

FORSE NON CREDETE ANCORA LE VERITA' TERRIBILI CHE IO VI HO APPENA INSEGNATO. MA SONO I TEOLOGI PIU' FAMOSI,I PADRI PIU' ILLUSTRI CHE VI HANNO PARLATO PER MIA BOCCA.

COME POTETE DUNQUE RESISTERE A DELLE RAGIONI RAFFORZATE DA TANTI ESEMPI,DA TANTE PAROLE DELLA SCRITTURA?

SE MALGRADO CIO',VOI ESITATE ANCORA,E SE IL VOSTRO SPIRITO PENDE VERSO L' OPINIONE OPPOSTA,QUESTA SOLA CONSIDERAZIONE NON BASTA A FARVI TREMARE? AH! VOI MOSTRATE COSI' CHE VOI AVETE POCA CURA DELLA VOSTRA SALVEZZA? IN QUESTA QUESTIONE IMPORTANTE,UN UOMO DI SENNO E' PIU' COLPITO PER IL MINIMO DUBBIO DI FARE DANNO CHE QUELLO CHE CORRE CON L'EVIDENZA DI UNA ROVINA COMPLETA NEGLI AFFARI DOVE L' ANIMA NON E' MOTIVO DI INTERESSE.

COSI' UNO DI NOI RELIGIOSI,IL VENERABILE GILLE,AVEVA LA CONSUETUDINE DI DIRE CHE,SE UN SOLO UOMO AVESSE DOVUTO DANNARSI, EGLI AVREBBE FATTO DI TUTTO PER ASSICURARSI CHE NON FOSSE LUI.

CHE COSA DUNQUE DOBBIAMO FARE NOI CHE SAPPIAMO CHE ,NON SOLAMENTE TRA TUTTI GLI UOMINI, MA ANCORA TRA I CATTOLICI,LA MAGGIOR PARTE SI DANNA?

CHE COSA DOBBIAMO FARE? PRENDERE LA DECISIONE DI APPARTENERE AL PICCOLO GRUPPO DI QUELLI CHE SI SALVANO. SE IL CRISTO,DITE, VUOLE CONDANNARMI,PERCHE' MI HA MESSO AL MONDO?

TACI LINGUA TEMERARIA!: DIO NON HA CREATO NESSUNO,NEMMENO I TURCHI,PER DANNARLI; MA CHIUNQUE SI DANNA,SI DANNA PERCHE' LO VUOLE.

IO VOGLIO DUNQUE INIZIARE ORA A DIFENDERE LA BONTA' DEL MIO DIO,E DI VENDICARLA DA TUTTI I RIMPROVERI: QUESTO SARA' L' ARGOMENTO DEL SECONDO PUNTO.
 

IX.

PRIMA DI ANDARE PIU' LONTANO, METTETE DA UN LATO TUTTI I LIBRI E TUTTE LE ERESIE DI LUTERO E DI CALVINO,DALL' ALTRO I LIBRI E LE ERESIE DEI SEGUACI DI PELAGIO E DEI SEMI -PELAGIANI E DATECI FUOCO.

 

GLI UNI DISTRUGGONO LA GRAZIA,GLI ALTRI LA LIBERTA' E TUTTI SONO PIENI DI ERRORI;GETTATELI DUNQUE NEL FUOCO.

TUTTI I REPROBI PORTANO IMPRESSO SULLA LORO FRONTE L' ORACOLO DEL PROFETA OSEA: LA TUA ROVINA VIENE DA TE,AFFINCHE' ESSI POSSANO COMPRENDERE CHE CHIUNQUE SI DANNA,SI DANNA PER SUA PROPRIA MALIZIA,E PERCHE' SI VUOLE DANNARE.

 

PRENDIAMO DAPPRIMAPER BASE QUESTE DUE VERITA' INCONTESTABILI:” DIO VUOLE CHE TUTTI GLI UOMINI SI SALVINO”. “ TUTTI HANNO BISOGNO DELLA GRAZIA DI DIO”.

 

ORA ,SE IO VI DIMOSTRO CHE DIO HA LA VOLONTA' DI SALVARE TUTTI GLI UOMINI, E CHE PER QUESTO EGLI DONA A TUTTI LORO LA SUA GRAZIA,CON TUTTI GLI ALTRI MEZZI NECESSARI PER OTTENERE QUESTO FINE SUBLIME,VOI SARETE SPINTI A CONVENIRE CHE CHIUNQUE SI DANNA DEVE IMPUTARLO ALLA SUA PROPRIA MALIZIA,E CHE , SE LA MAGGIOR PARTE DEI CRISTIANI SONO REPROBI,E' PERCHE' ESSI LO VOGLIONO.”LA TUA ROVINA VIENE DA TE;IN ME SOLAMENTE E' IL TUO SOCCORSO”

 

CHE DIO ABBIA VERAMENTE LA VOLONTA' DI SALVARE TUTTI GLI UOMINI,EGLI CE LO DIMOSTRA IN CENTO PUNTI DEI LIBRI SANTI.

“IO NON VOGLIO LA MORTE DEL PECCATORE,MA PIUTTOSTO CHE EGLI SI CONVERTA E CHE VIVA. IO VIVO,DICE IL SIGNORE. IO NON VOGLIO LA MORTE DELL' EMPIO-CONVERTITEVI E VIVETE”

QUANDO QUALCUNO DESIDERA MOLTO UNA COSA,SI DICE CHE MUORE DI DESIDERIO,E' UN' IPERBOLE. MA DIO HA VOLUTO,E VUOLE ANCORA,COSI' FORTEMENTE LA NOSTRA SALVEZZA CHE EGLI NE MUORE DI DESIDERIO, ED EGLI HA SOFFERTO LA MORTE PER DONARCI LA VITA:” ET PROPTER NOSTRAM SALUTEM MORTUUS EST”

QUESTA VOLONTA' DI SALVARE TUTTI GLI UOMINI NON E' DUNQUE IN DIO UNA VOLONTA' IMMOBILE,SUPERFICIALE E APPARENTE, E' UNA VOLONTA' VERA,EFFETTIVA E BENEFICANTE,PERCHE' EGLI CI FORNISCE TUTTI I MODI PIU' APPROPRIATI PER SALVARCI,EGLI CE LI DONA,NON PERCHE' ESSI NON ABBIANO IL LORO EFFETTO E PERCHE' EGLI VEDE CHE ESSI NON L' AVRANNO; MA EGLI CE LI DONA CON UNA VOLONTA' SINCERA,CON L' INTENZIONE CHE ESSI OTTENGANO IL LORO EFFETTO,E ,SE ESSI NON LO OTTENGONO,EGLI NE E' AFFLITTO E OFFESO.

EGLI ORDINA AI REPROBI CHE ESSI STESSI SI ADOPERINO A CONSEGUIRE LA LORO SALVEZZA.

EGLI LI ESORTA,EGLI LI OBBLIGA E SE ESSI NON LO FANNO,ESSI PECCANO. ESSI POSSONO DUNQUE FARLO E SALVARSI COSI'.

 

MOLTO DI PIU',DIO,VEDENDO CHE SENZA IL SUO AIUTO NOI NON CI POTREMO SERVIRE DELLA SUA GRAZIA,CI DONA DEGLI ALTRI SOCCORSI E SE ESSI RESTANO QUALCHE VOLTA INEFFICACI,LA COLPA E' NOSTRA; PERCHE',CON QUESTI STESSI SOCCORSI, IN ACTU PRIMO COME DICONO I TEOLOGI,CON QUESTI STESSI SOCCORSI DI CUI UNO ABUSA E CON I QUALI EGLI SI DANNA,UN ALTRO PUO' FARE IL BENE E SALVARSI; EGLI LO POTREBBE UGUALMENTE FARE CON DEI SOCCORSI MENO POTENTI. SI, PUO' ACCADERE CHE UNO ABUSA DI UNA GRAZIA PIU' GRANDE E SI PERDE,TANTO CHE L' ALTRO COOPERA AD UNA GRAZIA MINORE E SI SALVA.

 

“SE DUNQUE QUALCUNO SI SCOSTA DALLA GIUSTIZIA, SCRISSE SANT' AGOSTINO, EGLI E' SPINTO DAL SUO LIBERO ARBITRIO,TRAINATO DALLA SUA CONCUPISCENZA,INGANNATO DALLA SUA PROPRIA PERSUASIONE.

MA PER QUELLI CHE NON CAPISCONO LA TEOLOGIA,ECCO CHE IO GLI DICO:DIO E' COSI' BUONO CHE,QUANDO VEDE UN PECCATORE CORRERE VERSO LA SUA ROVINA,EGLI GLI CORRE VICINO,LO CHIAMA,LO PREGA E LO ACCOMPAGNA FINO ALLE PORTE DELL' INFERNO; E CHE COSA PUO' FARE DI PIU' PER CONVERTIRLO?

GLI INVIA DELLE BUONE ISPIRAZIONI,DEI SANTI PENSIERI, E SE NON NE APPROFITTA, EGLI SI ADIRA,SI INDIGNA, LO INSEGUE. LO COLPIRA'? NO: LO MIRA NELL' ARIA E A LUI PERDONA.

MA IL PECCATORE NON SI CONVERTE ANCORA: DIO GLI INVIA UNA MALATTIA MORTALE. TUTTO E' FINITO PER LUI SENZA DUBBIO. NO ,MIEI FRATELLI, DIO LO GUARISCE; IL PECCATORE SI OSTINA NEL MALE.

DIO CERCA NELLA SUA MISERICORDIA QUALCHE NUOVO MODO; EGLI GLI DONA ANCORA UN ANNO,E ,L'ANNO FINISCE,EGLI NE ACCORDA UN ALTRO. MA SE MALGRADO TUTTO QUESTO IL PECCATORE VUOLE GETTARSI NELL' INFERNO,CHE FA DIO?

LO ABBANDONA? NO: EGLI LO PRENDE PER MANO; E MENTRE CHE EGLI HA UN PIEDE ALL' INFERNO E L' ALTRO FUORI, EGLI LO PREGA ANCORA,EGLI LO SUPPLICA DI NON ABUSARE DELLE SUE GRAZIE.

ORA ,IO VI DOMANDO, SE QUESTO UOMO E' DANNATO, NON E' FORSE VERO CHE SI DANNA CONTRO LA VOLONTA' DI DIO E PERCHE' EGLI SI VUOLE DANNARE? VENITEMI A DIRE ORA: SE DIO VOLEVA DANNARMI,PERCHE' MI HA MESSO AL MONDO?...

 

X.NON CI SONO SCUSE

PECCATORI INGRATI,SAPPIATE OGGI CHE SE VOI VI DANNATE,NON E' CERTAMENTE IMPUTABILE A DIO,MA A VOI E ALLA VOSTRA PROPRIA VOLONTA'.

 

PER CONVINCERVI,DISCENDETE FINO ALLE PORTE DELL' ABISSO:LA' IO VI FARO' VENIRE QUALCUNO DI QUEI MISERABILI REPROBI CHE BRUCIANO ALL' INFERNO,AFFINCHE' VI SPIEGHI QUESTA VERITA'.

ECCONE UNO:” DIMMI,CHI SEI?- IO SONO UN POVERO IDOLATRA,NATO IN UNA TERRA SCONOSCIUTA; IO NON HO MAI SENTITO PARLARE NE' DEL CIELO NE' DELL' INFERNO,NE' DI QUELLO CHE SOFFRO ORA. - POVERO SFORTUNATO! VAI; NON E' TE CHE CERCO”

 

VIENE QUALCUN ALTRO:ECCOLO QUI “ CHI SEI TU? -IO SONO UNO SCISMATICO DEI LONTANTI CONFINI DELLA TARTARIA,IO HO SEMPRE VISSUTO ALLO STATO SELVAGGIO,SAPENDO APPENA CHE ESISTE UN DIO.- NON E' TE CHE IO CERCO,RITORNA NELL' INFERNO!”

 

ED ECCO UN ALTRO:” E TU ,CHI SEI? IO SONO UN POVERO ERETICO DEL NORD. IO SONO NATO SOTTO IL POLO,SENZA AVERE MAI VISTO NE' LA LUCE DEL SOLE NE' QUELLA DELLA FEDE- NON E' TE CHE IO CERCO,TORNA ALL' INFERNO!”

 

FRATELLI MIEI ,IO HO IL CUORE A PEZZI VEDENDO TRA I REPROBI QUESTI SFORTUNATI CHE NON HANNO MAI CONUSCIUTO NULLA DELLA VERA FEDE. SAPPIATE TUTTAVIA CHE LA SENTENZA DI CONDANNA E' STATA PRONUNCIATA CONTRO DI LORO,GLI E' STATO DETTO:” PERDITIO TUA EX TE”

 

ESSI SI SONO DANNATI PERCHE' LO HANNO VOLUTO. QUANTI SOCCORSI HANNO RICEVUTO DA DIO PER SALVARSI!

NOI NON LO SAPPIAMO ,MA ESSI LO SANNO BENE ED ESSI DICONO :”VOI SIETE GIUSTO,SIGNORE,E I VOSTRI GIUDIZI SONO EQUI”

 

VOI DOVETE SAPERE ,FRATELLI MIEI,CHE LA LEGGE PIU' ANTICA E' LA LEGGE DI DIO, CHE NOI LA PORTIAMO TUTTI SCRITTA NEL NOSTRO CUORE, CHE ESSA SI APPRENDE SENZA MAESTRO, E CHE BASTA AVERE IL LUME DELLA RAGIONE PER CONOSCERE TUTTI I PRECETTI DI QUESTA LEGGE.

E' PER QUESTO CHE ANCHE I BARBARI SI NASCONDONO PER COMMETTERE I LORO PECCATI PERCHE' LORO SANNO IL MALE CHE FANNO;

ED ESSI SONO DANNATI PER NON AVER OSSERVATO LA LEGGE NATURALE CHE ESSI AVEVANO IMPRESSA NEL LORO CUORE: PERCHE' SE ESSI L' AVESSERO OSSERVATA, DIO AVREBBE FATTO UN MIRACOLO PIUTTOSTO CHE LASCIARLI DANNARE; EGLI GLI AVREBBE INVIATO QUALCUNO PER ISTRUIRLI E GLI AVREBBE DONATO ALTRI SOCCORSI DI CUI ESSI SI SONO RESI INDEGNI VIVENDO NON COMFORMEMENTE ALLE ISPIRAZIONI DELLA LORO COSCIENZA CHE NON HA MAI MANCATO DI AVVERTIRLI E DEL BENE CHE BISOGNAVA FARE E DEL MALE CHE BISOGNAVA EVITARE.

COSI' E' LA LORO COSCIENZA CHE LI ACCUSA NEL TRIBUNALE DI DIO,E' LEI CHE LORO DICE CONTINUAMENTE ALL' INFERNO: PERDITIO TUA EX TE,PERDITIO TUA EX TE.

 

ESSI NON SANNO CHE RISPONDERE E SONO SPINTI A CONFESSARE CHE HANNO MERITATO LA LORO SORTE. ORA ,SE QUESTI INFEDELI NON HANNO SCUSE,CE NE SARANNO PER UN CATTOLICO ADULTO CHE HA AVUTO A DISPOSIZIONE TANTI SACRAMENTI,TANTI SERMONI,TANTI SOCCORSI?

 

COME SI PUO' OSARE DIRE: SE DIO DOVEVA DANNARMI PERCHE' MI HA MESSO AL MONDO? COME SI PUO' OSARE PARLARE COSI'QUANDO DIO CI DONA TANTI SOCCORSI PER SALVARCI? SMETTIAMO DUNQUE DI FARE CONFUSIONE.

 

    1. LA SORTE DEI CATTOLICI PECCATORI

 

RISPONDETE,VOI CHE SOFFRITE IN QUESTI ABISSI. CI SONO DEI CATTOLICI TRA DI VOI?

SI CE NE SONO! E QUANTI! QUALCUNO DI ESSI VENGA QUI.

E' IMPOSSIBILE,ESSI SONO TROPPO IN BASSO PER VENIRE,BISOGNEREBBE SCONVOLGERE TUTTO L' INFERNO!;E' PIU' FACILE FERMARE UNO DI QUELLI CHE VI CADONO.

IO MI RIVOLGO DUNQUE A TE CHE VIVI NELL' ABITUDINE DEL PECCATO MORTALE,NELL' ODIO,NEL FANGO DEL VIZIO IMPURO E CHE OGNI GIORNO TI AVVICINI ALL' INFERNO.

FERMATI.TORNA INDIETRO; E' GESU' CHE TI CHIAMA E CHE ,ATTRAVERSO LE SUE PIAGHE,TI GRIDA:”FIGLIO MIO,SE TU TI DANNI,NON DEVI PRENDERTELA CHE CON TE:PERDITIO TUA EX TE” ALZA GLI OCCHI E VEDI QUANTE GRAZIE IO TI HO DONATO,PER ASSICURARTI LA SALVEZZA ETERNA.

 

IO POTEVO FARTI NASCERE IN UNA FORESTA DI UN LUOGO BARBARO;IO L' HO FATTO PER TANTI ALTRI,MA PER TE,IO TI HO FATTO NASCERE NELLA FEDE CATTOLICA; IO TI HO FATTO CRESCERE DA UN COSI' BUON PADRE,DA UNA MADRE ECCELLENTE,AL CENTRO DELLE ISTRUZIONI E DEGLI INSEGNAMENTI PIU' PURI; SE MALGRADO QUESTI TU TI DANNI ,DI CHI SARA' LA COLPA?

TUA FIGLIO MIO,TUA PERDITIO TUA EX TE.

 

IO POTEVO PRECIPITARTI ALL' INFERNO DOPO IL PRIMO PECCATO MORTALE CHE TU HAI FATTO,SENZA ATTENDERE IL SECONDO.

IO L' HO FATTO CON TANTI ALTRI MA HO PRESO PAZIENZA CON TE;HO ATTESO PER LUNGHI ANNI,IO TI ASPETTO ANCORA OGGI ALLA CONFESSIONE. SE MALGRADO TUTTO QUESTO TU TI DANNI,DI CHI E' LA COLPA? TUA FIGLIO MIO,TUA:PERDITIO TUA EX TE.

TU SAI QUANTI SONO MORTI IN PECCATO SOTTO I TUOI OCCHI: ERA UN AVVERTIMENTO PER TE; TU SAI QUANTI ALTRI HO RIMESSO SULLA BUONA STRADA PER DARTI L' ESEMPIO. TI RICORDI QUELLO CHE TI HA DETTO QUESTO ECCELLENTE CONFESSORE?SONO IO CHE GLIELO FACEVO DIRE. NON TI SPINGEVA A CAMBIARE VITA,A FARE UNA BUONA CONFESSIONE? SONO IO CHE GLIELO ISPIRAVO.

RICORDATI DI QUEL SERMONE CHE TI TOCCO' IL CUORE,ERO IO CHE TI CI HO CONDOTTO.E CHE COSA E' SUCCESSO TRA ME E TE NEL SEGRETO DEL TUO CUORE, TU NON LO AVRAI SCORDATO.

QUELLE ISPIRAZIONI INTERIORI,QUELLE CONOSCENZE COSI' CHIARE,QUEI RIMORSI CONTINUI DELLA TUA COSCIENZA,TU OSERESTI NEGARLI?TUTTE QUELLE COSE ERANO AIUTI DELLA MIA GRAZIA PERCHE' IO TI VOLEVO SALVARE.IO LI HO RIFIUTATI A TANTI ALTRI E LI HO DATI A TE PERCHE' IO TI AMAVO TENERAMENTE.

 

FIGLIO MIO, FIGLIO MIO,QUANTI ALTRI, SE IO GLI PARLASSI TENERAMENTE COME FACCIO OGGI CON TE,TORNEREBBERO SULLA RETTA VIA! E TU,TU MI GIRI LE SPALLE.

ASCOLTA QUELLO CHE IO STO PER DIRTI,QUESTE SARANNO LE MIE ULTIME PAROLE: TU MI SEI COSTATO IL SANGUE; COSI' MALGRADO QUESTO SANGUE CHE IO HO VERSATO PER TE,TU VUOI DANNARTI MALGRADO ME,TU TI DANNI PERCHE' TU VUOI DANNARTI:PERDITIO TUA EX TE”

 

AH ! MIO BUON GESU',LE PIETRE STESSE SI CREPANO A QUESTE COSI DOLCI PAROLE,A DELLE ESPRESSIONI COSI' TENERE. C'E' QUI QUALCUNO CHE VOGLIA DANNARSI CON TANTE GRAZIE E SOCCORSI? SE CE N'E' UNO CHE MI ASCOLTA, CHE RESISTA ANCORA SE PUO'!

 

    1. SE VOI VOLETE,VOI VI SALVERETE

BARONIO RIPORTA CHE GIULIANO L' APOSTATA,DOPO LA SUA INFAME APOSTASIA,CONSEGUI' UN ODIO COSI' VIVO CONTRO IL BATTESIMO CHE CERCAVA GIORNO E NOTTE IL MODO DI CANCELLARLO.

EGLI FECE PERCIO' PREPARARE UN BAGNO DI SANGUE DI CAPRE E SI MISE DENTRO,VOLENDO CON QUESTO SANGUE IMPURO DI UNA VITTIMA CONSACRATA A VENERE, CANCELLARE DALLA SUA ANIMA IL CARATTERE SACRO DEL BATTESIMO.

QUESTA CONDOTTA VI PARE ABOMINEVOLE: MA SE GIULIANO AVEVA POTUTO RIUSCIRE NEL SUO DISEGNO,E' CERTO CHE EGLI AVREBBE SOFFERTO MOLTO ALL' INFERNO.

 

PECCATORI, IL CONSIGLIO CHE IO VI DO,VI SEMBRERA' SENZA DUBBIO STRANO; E TUTTAVIA, A PRENDERLO BENE, E' AL CONTRARIO ISPIRATO DA UNA TENERA COMPASSIONE PER VOI.

 

IO VI SCONGIURO IN GINOCCHIO,PER IL SANGUE DI GESU CRISTO E PER IL CUORE DI MARIA,DI CAMBIARE VITA,DI RIMETTERVI NELLA VIA CHE CONDUCE AL CIELO,E DI FARE TUTTO QUELLO CHE POTETE PER APPARTENERE AL PICCOLO GRUPPO DEGLI ELETTI.

 

SE AL POSTO DI QUESTO,VOI VOLETE CONTINUARE A CAMMINARE NELLA VIA CHE CONDUCE ALL' INFERNO, TROVERETE CERTAMENTE IL MODO DI CANCELLARE IN VOI IL BATTESIMO.

SCIAGURA A VOI,SE VOI TRASCINERETE ALL' INFERNO, GRAVATO NEL VOSTRO ANIMO,IL SACRO NOME DI GESU CRISTO E IL CARATTERE SACRO DEL CRISTIANO.

LA VOSTRA CONFUSIONE SARA' ANCORA PIU' GRANDE.

 

FATE DUNQUE QUELLO CHE IO VI CONSIGLIO:SE VOI NON VOLETE CONVERTIRVI, ANDATE OGGI A PREGARE IL VOSTRO CURATO DI CANCELLARE IL VOSTRO NOME DAL REGISTRO DEI BATTESIMI,AFFINCHE' NON RIMANGA PIU' NESSUN RICORDO CHE VOI SIATE STATI MAI CRISTIANI,SUPPLICATE IL VOSTRO ANGELO CUSTODE DI CANCELLARE DAL SUO LIBRO LE GRAZIE,LE ISPIRAZIONI E I SOCCORSI CHE VI HA DONATO PER ORDINE DI DIO,PERCHE' SCIAGURA A VOI SE EGLI SE LI RICORDA!

DITE A NOSTRO SIGNORE CHE SI RIPRENDA LA SUA FEDE,IL SUO BATTESIMO,I SUOI SACRAMENTI.

VOI SIETE PIENI DI ORRORE A QUESTO PENSIERO.

 

GETTATEVI DUNQUE AI PIEDI DI GESU' CRISTO E DITEGLI CON LE LACRIME AGLI OCCHI E CON CUORE CONTRITO:” SIGNORE IO CONFESSO CHE FINO A QUI IO NON HO VISSUTO DA CRISTIANO,IO NON SONO DEGNO DI ESSERE CONTATO TRA I VOSTRI ELETTI,IO RICONOSCO CHE HO MERITATO LA DANNAZIONE, MA LA VOSTRA MISERICORDIA E' GRANDE: CONFIDANDO PIENAMENTE NELLA VOSTRA GRAZIA,IO VI DICO CHE VOGLIO SALVARE LA MIA ANIMA, DEBBA IO SACRIFICARE LA MIA FORTUNA,IL MIO ONORE,LA MIA STESSA VITA,PURCHE' IO MI SALVI.!

 

SE FINO A QUI IO SONO STATO INFEDELE,IO CI HO RIPENSATO,IO DEPLORO,IO DETESTO LA MIA INFEDELTA',IO VI DOMANDO UMILMENTE PERDONO.

PERDONATEMI,MIO BUON GESU',E FORTIFICATEMI ALLO STESSO TEMPO AFFINCHE' IO MI SALVI.

 

 

IO NON VI DOMANDO NE' LE RICCHEZZE,NE' GLI ONORI,NE' LA PROSPERITA'; IO DOMANDO SOLO UNA COSA ,SALVARE LA MIA ANIMA.

O LACRIME BENEDETTE,O BEATI SOSPIRI!

 

IO VOGLIO,FRATELLI MIEI,RIMANDARVI TUTTI CONSOLATI. SE DUNQUE VOI MI. DOMANDATE IL MIO PENSIERO SUL NUMERO DEGLI ELETTI,ECCOLO:

CHE CI SONO POCHI ELETTI,IO DICO CHE COLUI CHE VUOLE SALVARSI SI SALVA,E CHE NESSUNO SI PERDE SE NON SI VUOLE PERDERE.

E SE E' VERO CHE CE NE SONO POCHI CHE SI SALVANO, E PERCHE' CE NE SONO POCHI CHE VIVONO RETTAMENTE.

 

PER IL RESTO,COMPARATE QUESTE DUE OPINIONI:

 

LA PRIMA,CHE DICE CHE IL MAGGIOR NUMERO DEI CATTOLICI E' DANNATO; LA SECONDA,CHE PRETENDE AL CONTRARIO CHE LA MAGGIOR PARTE DEI CATTOLICI SONO SALVATI;IMMAGINATEVI CHE UN ANGELO INVIATO DA DIO PER CONFERMARE LA PRIMA OPINIONE,VI VENISSE A DIRE CHE NON SOLAMENTE LA MAGGIOR PARTE DEI CATTOLICI SONO DANNATI MA CHE DI TUTTA QUESTA FOLLA QUI PRESENTE UNO SOLO SARA' SALVATO.

SE VOI AVESTE OBBEDITO AI COMANDAMENTI DI DIO,SE VOI DETESTASTE LA CORRUZIONE DI QUESTO SECOLO,SE VOI ABBRACCIASTE CON UNO SPIRITO DI PENITENZA LA CROCE DI GESU' CRISTO,VOI SARESTE QUESTO SOLO CHE SI SALVERA'.

IMMAGINATEVI IN SEGUITO CHE QUESTO ANGELO TORNASSE TRA DI VOI,E CHE PER CONFERMARVI LA SECONDA OPINIONE,EGLI VI DICESSE CHE NON SOLAMENTE LA MAGGIOR PARTE DEI CATTOLICI SONO SALVATI MA CHE DI TUTTO QUESTO AUDITORIO UNA SOLA PERSONA SARA' DANNATA E TUTTI GLI ALTRI SARANNO SALVI.

SE VOI CONTINUATE DOPO QUESTO LE VOSTRE USURE,LE VOSTRE VENDETTE,LE VOSTRE AZIONI CRIMINALI,LE VOSTRE IMPURITA' VOI SARETE QUELLA SOLA PERSONA CHE SI DANNERA'.

A CHE COSA SERVE DUNQUE SAPERE SE CE NE SONO POCHI O MOLTI CHE SI SALVANO?

“CERCATE DI RENDERE LA VOSTRA ELEZIONE CERTA ATTRAVERSO LE VOSTRE BUONE OPERE” CI DICE SAN PIETRO”SE LO VOLETE,VOI VI SALVERETE”,DICE SAN TOMMASO D' AQUINO A SUA SORELLA,CHE GLI DOMANDAVA CHE COSA DOVEVA FARE PER ANDARE IN CIELO. IO VI DICO LA STESSA COSA: ED ECCO COME IO PROVO LA MIA ASSERZIONE.

NESSUNO SI DANNA SE NON E' IN PECCATO MORTALE,E' QUESTIONE DI FEDE; NESSUNO PECCA MORTALMENTE SE NON LO VUOLE, ECCO QUA UNA DELLE PROPOSIZIONI TEOLOGICHE INCONTESTABILI. DUNQUE NESSUNO VA ALL' INFERNO SE NON LO VUOLE. LA CONSEGUENZA E' EVIDENTE.

QUELLA NON BASTA PER CONSOLARVI? PIANGETE I PECCATI PASSATI,CONFESSATEVI BENE,NON PECCATE PIU' IN FUTURO,E VOI SARETE TUTTI SALVATI.

PERCHE' DUNQUE TORMENTARSI TANTO,POICHE' E' CERTO CHE PER ANDARE ALL' INFERNO BISOGNA PECCARE MORTALMENTE,CHE PER PECCARE MORTALMENTE BISOGNA VOLERLO,E CHE DI CONSEGUENZA SI VA ALL' INFERNO SE LO SI VUOLE? QUESTA NON E' UN' OPINIONE,MA UNA VERITA' INCONTESTABILE E CONSOLANTE; CHE DIO VE LA FACCIA COMPRENDERE E VI BENEDICA AMEN”

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 01 Ottobre 2015 15:16
Vota questo articolo
(2 Voti)
Don Tullio

Don Tullio è un sacerdote di Santa Romana Chiesa, Dottore in teologia morale e laurea in giurisprudenza.

Sito web: https://www.facebook.com/dontullio.rotondo
Torna in alto